COSA E' L'AMIANTO

Con il termine Amianto o Asbesto si individuano una serie di minerali conosciuti sin dall’antichità per le loro caratteristiche fisiche e tecniche. I termini amianto e asbesto in greco significano incorruttibile, perpetuo ed inestinguibile e tali aggettivi denotano già alcune delle eccezionali caratteristiche tecniche di questo materiale.


OGGETTI CHE CONTENGONO AMIANTO IN EDILIZIA

L’utilizzo dell’amianto nelle costruzioni, nella impiantistica civile o industriale e nei prodotti di consumo ha cominciato a diffondersi in modo significativo fin dai primi decenni del secolo scorso. L’amianto è stato utilizzato dapprima per le macchine e gli impianti con elevate temperature di funzionamento, (macchine a vapore, motori a scoppio, impianti chimici, ecc.), nonché per gli indumenti che richiedevano elevata resistenza al calore. Successivamente, con l’inizio della produzione di tubazioni (condotte idriche e fogne) e coperture in cemento-amianto, l’impiego dell’amianto si è esteso anche nelle strutture edilizie, come canne fumarie , lastre in eternit per coperture in cemento-amianto. negli edifici l’amianto può essere riscontrato in:
• strutture metalliche (portanti e locali tecnici);
• pareti e soffitti trattati con amianto mediante applicazione a spruzzo per migliorare le prestazioni di fonoassorbenza e di isolamento termico (vedi palestre, locali di spettacolo, fabbriche, ecc.);
• applicazioni particolari come porte di ascensori, pluviali in ce- mento-amianto, tende, decorazioni, pannelli per isolamento an- tincendio, coibentazione, tubi, pavimenti (piastrelle in vinil- amianto), canne fumarie;
• pareti e soffitti, tetti in cemento-amianto in lastre (eternit), tegole.


OGGETTI CHE CONTENGONO AMIANTO IN INDUSTRIA

In ambito industriale l’amianto è stato usato:
Industria navale: rivestimenti coibentanti e antincendio;
Industria aeronautica: rivestimenti coibentanti e antincendio;
Industria ferroviaria: rivestimenti coibentanti e antincendio;
Industria automobilistica: guarnizioni per freni e frizioni, applicazioni coibentanti;
Industria materie plastiche: additivi, rinforzante per manufatti vari; Industria chimica: filtri e guarnizioni per varie funzioni;
Industria metallurgica: schermi e indumenti protettivi, coibentazioni di forni, caldaie, etc.;
Industria tessile dell’asbesto: tessuti, nastri, funi, spaghi, filati, tappezzerie;
Altro: tute e indumenti protettivi antincendio o anticalore, carte, cartoni, isolanti elettrici, pitture, vernici, talco.